Curcuma e zenzero: le spezie della salute

curcuma e zenzero

Curcuma e zenzero: le spezie della salute

Da recenti studi, si scopre come curcuma e zenzero insieme siano dei veri e propri alleati per il nostro benessere. Leggi il nostro articolo e scopri di più su proprietà e benefici di queste due spezie della salute.

LA CURCUMA

La curcuma, detta anche zafferano delle Indie, è una pianta erbacea dal colore giallo-ocra originaria dell’India, assai ricca di proprietà e benefici. Infatti, fin dall’antichità, la curcuma è conosciuta non solo come spezia, ma anche come colorante naturalepotente antinfiammatorio.

curcuma e zenzero

Proprietà
Una delle proprietà più sorprendenti della curcuma è l’effetto anti-tumorale. Alcuni studi hanno confermato che la curcuma contrasta l’insorgere della leucemia e di otto tipi di tumore che colpiscono colon, prostata, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni e mammelle.

Questa spezia possiede anche notevoli proprietà cicatrizzanti e antiossidanti, in modo da rallentare l’invecchiamento cellulare.

Il consumo di questa spezia magica migliora il funzionamento di stomaco e intestino, e quindi del processo di digestione. Inoltre, la curcuma, aiuta a combattere il colesterolo, poiché facilita lo smaltimento dei grassi in eccesso.

Inoltre, la curcuma è perfetta per tutti gli amanti dei rimedi naturali perché questa pianta è una delle più potenti in circolazione contro i dolori articolari e l’influenza.

Utilizzo
La curcuma si presenta come un’ottima spezia per le pietanze, alle quali dona un gusto fresco e delicato. La dose giornaliera consigliata ammonta a due cucchiaini da caffè; per facilitarne l’assorbimento e per potenziare la sua efficacia è possibile abbinarla al tè verde, al pepe nero o all’olio d’oliva.

L’idea in più: il Golden Milk, o Latte d’oro, una bevanda con acqua, latte, curcuma e miele, è un vero toccasana per problemi alle articolazioni.

Controindicazioni
Attenzione a non esagerare con le dosi: assumere una quantità eccessiva di questa spezia, potrebbe essere deleterio per l’organismo. 

LO ZENZERO

Lo zenzero, conosciuto anche con il nome inglese ginger, è una pianta erbacea perenne, originaria dell’estremo Oriente.

curcuma e zenzero
Proprietà
Lo zenzero contiene acqua, carboidrati, proteine, vitamine del gruppo E e B, amminoacidi, diversi sali minerali, tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco.

Alcuni recenti studi hanno evidenziato le proprietà anti-tumorali di questa spezia: assumere regolarmente lo zenzero avrebbe una funzione protettiva contro i tumori del colon-retto.

Lo zenzero è utilizzato anche come digestivo, grazie alle sue proprietà gastro-protettive, e come rimedio naturale contro la nausea, in particolare è apprezzato in caso di nausea da gravidanza, mal d’auto e mal di mare.

Questa pianta è utile anche come stimolante del sistema immunitario, per aiutare il corpo a combattere influenza, febbre, raffreddore e tosse. Grazie alle sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie, inoltre, lo zenzero è di grande aiuto anche in caso di infiammazioni alla gola (faringite, laringite, ecc..).

Lo zenzero è un perfetto alleato del cuore: la radice di zenzero aiuta a tenere a bada il colesterolo ed è anche un anticoagulante che aiuta a fluidificare il flusso di sangue nelle arterie.

Utilizzo
Il modo migliore per beneficiare delle proprietà dello zenzero è utilizzarlo in una tisana, oppure grattugiato o in polvere in piatti a base di pesce o verdure. Il sapore è leggermente piccante, per questo si può dolcificare con un po’ di miele.

Controindicazioni
E’ bene non abusare di zenzero: un utilizzo esagerato di questa spezia può provocare gastrite, ulcere e gonfiori intestinali.

Assumere curcuma e zenzero ogni giorno risulta un po’ difficile, per questo ti consigliamo Curcuma Gold, l’integratore alimentare che ti garantisce la dose giornaliera consigliata di entrambe le spezie. Scopri subito tutti i prodotti novità della Farmacia Poggi.

 Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.