Pet Therapy: i vantaggi delle terapie con gli animali

Pet Therapy: i vantaggi delle terapie con gli animali

La pet therapy è ormai una tecnica conosciuta e diffusa: gli animali fanno parte della vita privata di molte persone, spesso anche per motivi curativi. Ma non solo.

– Vengono portati nelle scuole per sensibilizzare gli alunni contro gli atti di bullismo

– Visitano gli ospedali e le case di cura per ridare speranza ai malati

– Aiutano le vittime di violenze e stupri a superare il trauma

– Danno speranza ai carcerati in prigione e ai tossicodipendenti in centri di recupero

I progetti di pet therapy sono sempre più diffusi e numerosi e in Italia vengono definiti “interventi assistiti con gli animali”. Nel nostro paese, a scopo terapeutico vengono ammessi per il momento cani, gatti, conigli, asini e cavalli e riescono a compiere dei veri e propri miracoli, stimolando dei meccanismi nella mente delle persone impossibili per gli umani.

Uno studio canadese ha confermato come l’intervento di cani prima di alcuni esami riduca l’ansia anche del 45% mentre la sensazione di sentirsi più carichi ed energici aumenta del 37%.

Se stai pensando di adottare un cane ma non sei del tutto convinto, leggi il nostro articolo >> I buoni motivi per adottare un cane.

I benefici e i risultati che la pet therapy ha sulle persone sono infiniti: su bambini autistici, sugli anziani nelle case di cura o sulle persone che combattono malattie spesso molto gravi.

Ecco alcuni vantaggi della pet therapy in ambito curativo:

– riducono stress, ansia e dolore nei bambini, in quanto fonte di distrazione.

– Aumentano la capacità di socializzazione e promuovono le relazioni sociali.

– Migliorano le capacità adattative sia dei bambini malati che dei genitori.

– Aumentano la reattività dei bambini, grazie al desiderio di giocare con l’animale.

– Migliorano la percezione di sé stessi.

– Diminuiscono gli stati depressivi e la sensazione di isolamento, tipici dei ricoverati in ospedali o case di cura.

– Facilitano il lavoro del personale medico.

La Pet Therapy diventa per chiunque un’occasione di crescita personale, un modo “divertente” per affrontare le cure, oltre ad essere educativo, sano e naturale. Ma non è un gioco e va preso seriamente. Ecco perché è necessario affidarsi a persone esperte.

Anche a Padova e provincia sono attivi numerosi progetti di pet therapy.

Nell’ospedale di Padova, le prime esperienze risalgono a più di vent’anni fa grazie a Carlo Moretti, pioniere della pet therapy nella zona. La pratica, ovviamente, non era conosciuta come lo è oggi, ma i risultati positivi raggiunti già all’epoca hanno fatto sì che nel 2016 nascesse il progetto Pet Ped: in collaborazione con l’associazione Pet Project, ogni giovedì il reparto di pediatria ha un appuntamento fisso con gli animali. Uno dei momenti in assoluto più emozionanti.

A Dolo nel 2016 è stato realizzato per 5 mesi un esperimento di pet therapy con l’associazione Teama nel reparto pediatria, che ha visto coinvolti circa 50 bambini e 4 tra cani e gatti. Grazie al grande successo di questo primo esperimento, l’ospedale ha deciso di riproporre l’iniziativa anche negli anni successivi.

Numerosi sono anche i corsi disponibili per entrare nel mondo della pet therapy. La stessa associazione attiva nell’ospedale di Padova ne organizza di diverse tipologie.

Per diventare professionisti di interventi assistiti con gli animali (IAA) è necessario seguire corsi specifici, master universitari o corsi erogati da enti formativi. Si tratta di una vera e propria professione, regolamentata e seguita, che ha avuto un vero boom negli ultimi anni.

Una cosa è certa: la Pet Therapy funziona, i benefici che essa apporta sono accertati e di sicuro viene apprezzata da chiunque. Speriamo in una sua continua e crescente diffusione.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi i nostri aggiornamenti sulle offerte speciali riservate ai clienti della Farmacia Poggi



Contatta la Farmacia