Animali e botti di capodanno: guida per proteggerli

Per i nostri amici a 4 zampe quello delle feste non è un periodo in cui essere proprio felici. Esso diventa infatti per molti di loro un vero e proprio incubo a causa dei botti di capodanno che per loro possono essere fonte di panico e malessere.

Dovete sapere che i cani, come anche i gatti, hanno un udito sensibilissimo e un rumore forte come quello di un petardo è per loro molto fastidioso; spesso però ce ne dimentichiamo, ma questo è per loro fonte di stress, anche se apparentemente possono sembrare del tutto indifferenti.

Quindi, se proprio non potete fare a meno dei botti di capodanno, ricordatevi di farlo lontano dai vostri amici a 4 zampe o comunque assicuratevi che essi siano al riparo. Pensate ad esempio ad un cane o ad un gatto lasciato libero in giardino che vi vede lanciare qualcosa e lo insegue per prenderlo: le conseguenze sarebbero sicuramente molto gravi.

Di seguito, una guida per trascorrere le feste senza pensieri e tenere i vostri amici pelosi al sicuro dai botti di capodanno.

Informate i vostri figli. Se in famiglia avete figli adolescenti, solitamente i più interessati ai botti, fate loro le dovute raccomandazioni: ricordategli di non lanciare petardi quando il cane è nei paraggi e di non farlo nemmeno vicino a cani di altre persone.

Situazioni di panico. Esistono molti soggetti che sviluppano una vera fobia contro i rumori forti, tra cui tuoni e botti. Solitamente questo è causato dal fatto che il cucciolo non viene correttamente accostato a tali rumori nelle prime settimane di vita. In questi casi, si raccomanda di tenere l’animale in casa nelle situazioni più a rischio ed evitare di lasciarlo completamente al buio.

No a corde o catene. Evitate di legarli: in un momento di panico potrebbero cercare di scappare e nel tentativo di divincolarsi farsi molto male.

Non assecondate le loro paure. Il consiglio è di non lasciarli completamente soli: la nostra presenza è per loro fonte di sicurezza. Attenzione però, essa non deve avere la funzione di consolarli né tantomeno di proteggerli ad ogni botto: così facendo infatti rinforzeremmo soltanto la loro paura. Dobbiamo dimostrargli che nonostante il rumore, continuiamo con indifferenza a fare la vita di tutti i giorni.

Rimedi aggiuntivi. Spesso gli accorgimenti sopra riportati non sono sufficienti, soprattutto per soggetti eccessivamente spaventati. Un aiuto può essere quello di utilizzare un diffusore di “feromone dell’appagamento”, reperibile anche in alcune farmacie. Anche i fiori di Bach in alcuni casi possono essere utilizzati per tranquillizzare i nostri amici a 4 zampe.

Anticipate il problema. Se conoscete già la situazione e sapete che il vostro animale è molto spaventato durante questo periodo, consultate in anticipo il vostro veterinario.

In caso di smarrimento: cosa fare?

Se i vostri animali fuggono in preda al panico, avvisate subito la Polizia Locale fornendo loro una descrizione dettagliata del vostro amico. Stampate poi dei volantini con cui tappezzare la zona con una foto ed un vostro recapito. In queste situazioni anche i social network sono uno strumento d’aiuto: condividete la notizia sul vostro profilo Facebook e sui gruppi della vostra città.

Il consiglio è comunque quello di munire sempre il vostro cane o gatto di una medaglietta in cui incidere il vostro recapito, reperibile ormai in quasi tutti i pet stores. Sottinteso l’obbligo di dotarli di microchip.

In caso di ritrovamento: cosa fare?

Nel caso doveste imbattervi in un cane smarrito e sprovvisto di medaglietta, recatevi da un vicino veterinario che potrà identificare il cane dal microchip. In alternativa, avvisate la Polizia Locale. Anche in questo caso, utilizzate Facebook per diffondere la notizia e trovare il proprietario.

Ovviamente, non lasciatelo solo per strada: dategli qualcosa da mangiare e fornitegli un riparo finché qualcuno non viene a prenderlo.

Festeggiare senza i botti di capodanno? Si può!

Ogni anno sono migliaia i decessi di animali in seguito alle esplosioni legate ai botti di Capodanno. Il danno, quasi sempre, è causato dalla paura che il rumore genera: i cani tendono a scappare in qualsiasi modo perdendosi e non trovando più la via di casa; i gatti si feriscono nel tentativo di nascondersi; gli uccelli, invece, si disorientano andando a sbattere contro muri o vetrate. Festeggiare senza i botti di Capodanno si può: evitiamo inutili torture ai nostri amici a 4 zampe!

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi i nostri aggiornamenti sulle offerte speciali riservate ai clienti della Farmacia Poggi



Contatta la Farmacia